Programmi per Italiani all’Estero

Programmi di studio all’estero per ragazzi italiani

L’accesso ai programmi all’estero avviene esclusivamente per concorso.

Per permettere a tutti di concorrere, Intercultura mette a disposizione delle Borse di Studio ad integrazione della quota richiesta alle famiglie.

Intercultura pubblica i bandi di concorso solitamente entro Agosto di ogni anno.

Le iscrizioni ai programmi 2018-2019 si aprono il 1° settembre 2017. Ecco il link al bando.

In linea generale:

Chi potrà iscriversi ai programmi di Intercultura 2018-19

Tutti gli studenti di scuola media superiore nati tra il 1 luglio 2000 e il 31 agosto 2003.

Quali i termini ultimi per l’iscrizione

La scadenza per iscriversi ai programmi annuali del concorso di Intercultura è il 10 novembre. Per i programmi estivi è prevista una seconda scadenza a gennaio.

Le borse di studio

La quota di partecipazione totale dipende solo dal paese di destinazione. Le borse di studio, attribuibili in base al reddito familiare, coprono una percentuale della quota totale.

Le borse di studio totali  coprono l’intera quota di partecipazione, ad eccezione di 800 euro che rimangono a carico del partecipante. Le borse di studio parziali coprono parte della quota di partecipazione (l’80%, il 60%, il 40% o il 20% a seconda del reddito familiare). La porzione di quota di partecipazione non coperta dalla borsa di studio determina il contributo residuo che il partecipante dovrà versare

Le Selezioni

Ogni centro locale organizza le selezioni per valutare l’idoneità del candidato. Queste comprendono un test di idoneità, valutato da esperti a livello nazionale, e colloqui formativi ed informativi condotti dai volontari per ragazzi e famiglie.

La Scelta del Paese

Ogni studente deve indicare almeno tre preferenze (o una sola nel caso non chieda borse di studio). Intercultura cercherà, compatibilmente con le disponibilità offerte da ogni Paese, di rispettare le scelte del candidato. Verificate sul bando gli specifici limiti di età o utilizzate la ricerca sul sito Intercultura.

La Scuola Italiana e lo studio all’estero

Il MIUR con una nota dell’Aprile 2013 ha ribadito il valore formativo delle esperienze di studio all’estero per sviluppare nuove competenze, capacità trasversali e nuovi atteggiamenti, e ha raccomandato alle scuole superiori di sostenerle convintamente.

In sintesi:

  • Lo studente concorderà con la sua scuola gli obiettivi da perseguire prima, durante e dopo il soggiorno all’estero, e curerà di mantenere i contatti;
  • Al rientro proseguirà gli studi, e il Consiglio di classe valuterà il percorso svolto al fine di pervenire a una valutazione globale della formazione acquisita.

Per ulteriori informazioni sui programmi di studio all’estero, contattare il Responsabile Invio del Centro Locale di Ivrea, oppure consultare le ampie informazioni sul sito di Intercultura Italia