Primo evento del Carnevale: l’uscita del Generale.

06-01-2017 10:00 - 06-01-2017 12:00
Comune di Ivrea
Piazza Ferruccio Nazionale, 1, Ivrea, 10015 TO, Italia

Venerdì 6 gennaio primo appuntamento con gli eventi del Carnevale che culmineranno a fine febbraio con la storica “Battaglia delle Arance”.

I nostri ragazzi stranieri potranno partecipare da vicino all’evento grazie alla collaborazione del gruppo dei Credendari. Appuntamento alle 10 in Piazza Freguglia.

Ecco il programma della giornata:

ore 08.30 Ritrovo Pifferi e Tamburi in piazza di Città
ore 09.00 Uscita dei Pifferi e Tamburi: marcia di apertura del Carnevale 2017 nelle vie del centro cittadino piazza di Città, via Palestro, piazza Balla, corso Massimo d’Azeglio, Chiesa San Lorenzo, corso Massimo D’Azeglio, piazza Balla, via Palestro, via Arduino, piazza Gioberti, via Guarnotta, Ponte Vecchio, via Gozzano, piazza Lamarmora, via C. Olivetti, via Di Vittorio, Stazione ferroviaria, corso Nigra, corso Cavour, piazza di Città.
ore 12.00 Investitura ufficiale del Generale 2017 in piazza di Città, Androne del Palazzo Municipale
ore 14.00 Saluto dei Credendari al Magnifico Podestà alla presenza dei Gruppi Storici in piazza di Città. Cerimonia del Sale e del Pane. Partenza del Corteo del Gruppo Storico I Credendari verso la Cappella dei Tre Re al Monte Stella.
ore 14.40 Arrivo dei Credendari e del Podestà alla Cappella dei Tre Re
ore 15.35 Partenza del corteo dei Credendari e del Podestà con i Pifferi e Tamburi da piazza Ottinetti e arrivo in Duomo via Palestro, via Arduino, via IV Martiri (via Palma), via delle Torri, piazza Castello.
ore 16.00 Santa Messa in Duomo alla presenza delle Autorità Cittadine, del Generale 2017 e di tutte le Componenti dello Storico Carnevale e Cerimonia dei Ceri: il Magnifico Podestà, accompagnato dal suo seguito e dal Gruppo Storico I Credendari, fa dono a Monsignor Vescovo del cero votivo per invocare la protezione della Madonna sulla Città (una cerimonia antica che si svolgeva nella Cappella dei Tre Re sul Monte Stella, edificata intorno all’anno 1220 su consiglio di San Francesco d’Assisi).